Comunicati Stampa Eros Tetti Europa Verde Toscana

Chiedi agli eurodeputati italiani di votare il 7 ottobre la legge per il clima!

Lotta con noi condividi!

Ormai i cambiamenti climatici sono un fatto assodato da tutto il mondo scientifico, le foreste del mondo intero sono in fiamme. L’artico è quasi disciolto. Stiamo vivendo uno dei cinque anni più caldi dall’inizio dei rilevamenti meteorologici.

La scienza sta suonando un campanello d’allarme: c’è bisogno di modificare subito le nostre politiche, di prendere impegni chiari e seri in favore del clima!

Il prossimo 7 Ottobre in Europa andrò al voto la legge sul clima, la Climate Law, i deputati europei avranno la possibilità di fare la differenza: una grande opportunità per dare una svolta alle politiche europee che vadano a contrastare il riscaldamrnto globale mantenendolo entro gli 1,5 gradi dai livelli pre-industriali. L' approvazione di questa legge è un atto comncreto per proteggere e difendere il Pianeta!

Per questo motivo, abbiamo bisogno di un obiettivo climatico di almeno il 65% di riduzione dei gas serra da qui al 2030. Gli eurodeputati ascolteranno la scienza e voteranno per raggiungere questo obiettivo?

Abbiamo bisogno che ognuno faccia pressione sulle forze politiche a cui è collegato, senza l'approvazione di questa legge non riusciremo a mantenere gli obiettivi che dobbiamo raggiungere.

Dì al tuo eurodeputato quello che pensi e, il 7 ottobre, chiedigli di votare per il tuo futuro!

#VoteForClimate

Lotta con noi condividi!

Esclusa Europa Verde dalla manifestazione per le Alpi Apuane

Lotta con noi condividi!

GRAVE SCELTA DEGLI Athamanta ESCLUSA EUROPA VERDE DALLA MANIFESTAZIONE DEL 24 OTTOBRE!

di seguito il comunicato della dirigenza nazionale di Europa Verde.

 
siamo molto dispiaciuti ed increduli della vostra comunicazione che vieta ad Europa Verde la partecipazione alla Manifestazione del 24 ottobre a Carrara da voi organizzata, ma ne prendiamo atto pur rimarcando la gravità e l'inaccettabilità delle accuse rivolte a Europa Verde. Siamo profondamente perplessi sulle modalità di gestione della stessa manifestazione. Una Manifestazione che dovrebbe essere aperta, che dovrebbe costruire "ponti" come diceva Alex Langer invece di costruire "muri". Soprattutto, una Manifestazione che dichiara di voler combattere "la distruzione delle Apuane", non può escludere chi, come Europa Verde ha: 1) posto nel suo programma alle elezioni regionali di un mese fa l'unico programma concreto e che indica un percorso fattibile e materiale di chiusura delle cave nel Parco con alternativa occupazionale; 2) sta valutando un referendum regionale abrogativo del Piano Cave Regionale (PRC) e del PIT per le Apuane; 3) ha presentato, per la prima volta, alla Commissione Europea a Bruxelles un'Interrogazione sulla questione cave apuane; 4) ha trattato a lungo con Eugenio Giani per ottenere ed ha ottenuto la chiusura delle cave alte del Pizzo d'Uccello; 5) ha candidato il fondatore di Salviamo le Apuane, il gruppo più grande fra quanti lottano per le Apuane.
Una manifestazione di regola si convoca su una specifica piattaforma e a quella si aderisce. Normalmente, in tutto il mondo, gli organizzatori sono felici se le adesioni sono larghe. Normalmente non si fanno distinzioni sulle alleanze o sulla natura delle forze politiche che aderiscono (fatta salva la discriminante antifascista, antirazzista, antiviolenta), normalmente non vengono poste discriminazioni ideologiche o di schieramento, normalmente gli organizzatori cercano di ampliare le adesioni alla piattaforma ma sembra che in questo caso non sia così, anzi si stia operando una politicizzazione di parte incomprensibile. Per quanto ci riguarda continueremo comunque la battaglia che da molti anni conduciamo cercando in tutti i modi di far diventare maggioritaria nella popolazione e nelle Istituzioni politiche la volontà di salvare le Alpi Apuane.
Con cordialità,
Francesco Alemanni
Commissario Verdi/Europa Verde Toscana
Filiberto Zaratti
Coordinatore nazionale Europa Verde
Lotta con noi condividi!

L'Italia non SINinquina: vogliamo le bonifiche! E noi andiamo dal Papa!

Lotta con noi condividi!
 
Domenica 22 Dicembre in oltre 30 piazze italiane si terrà la manifestazione "Magliette Bianche" per protestare contro le mancate bonifiche dei SIN (siti di interesse Nazionale). I SIN rappresentano delle aree contaminate molto estese classificate come pericolose dallo Stato Italiano e che necessitano di interventi di bonifica del suolo, del sottosuolo e/o delle acque superficiali e sotterranee per evitare danni ambientali e sanitari. Bonifiche attese dal 1998, e che hanno un duro impatto sulle popolazioni che ci vivono. Così Domenica in oltre 25 piazze italiane sarà tempo di protesta. Sono coinvolti anche 4 siti Toscani: Orbetello, Piombino, Livorno e Massa Carrara. Inoltre una delegazione guidata da Eros Tetti Presidente della Rete dei Comitati per la Difesa del Territorio sarà presente all'angelus di Natale in Piazza San Pietro e sarà poi successivamente ricevuta dal Papa. "Nasce così una rete nazionale dei comitati che richiedono le bonifiche dei SIN, ancora una volta - chiosa Eros Tetti- sono gli abitanti che devono intervenire per compensare il vuoto della politica. Regioni e Ministero non solo rimangono inerti davanti a interventi così importanti per la salute delle persone, ma continuano imperterriti a portare avanti un modello di crescita e sviluppo che ci sta portanto verso il baratro. Un passo avanti nel rinforzare rapporti e proposte per una rete nazionale tra comitati e per un futuro migliore per i nostri territori, questo è solo l'inizio!".

Domenica 22 Dicembre in tante piazze italiane:

Gela, Sulcis, Livorno, Augusta, Bacino del fiume Sacco, Massa Carrara, Biancavilla, Bari, Manfredonia, Casale Monferrato, Val Basento, Orbetello, Taranto, Trieste, Falconara, Mantova, Brescia, Crotone, Civitavecchia, Bussi, Firenze, Val Basento (Località Pisticci), Bologna, Piombino, Milazzo, delegazione “all’Angelus” del S. Padre, Vaticano.  

In allegato la locandina e il documento ufficiale delle "Magliette Bianche".
Lotta con noi condividi!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk